Addio a Fedele Arnese D’Atteo

Martedì, 08 Agosto 2017 17:33

Dall’83 al 94 fu direttore amministrativo dell’Ospedale e della Fondazione

Fedele Arnese D'Atteo (foto del 1988) Fedele Arnese D'Atteo (foto del 1988)

Si è spento ieri ad Andria, dopo una lunga malattia, Fedele Arnese D’Atteo, già direttore amministrativo dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. I funerali verranno celebrati oggi pomeriggio nella Chiesa del Santissimo Sacramento di Andria e saranno officiati da Monsignor Luigi Renna, vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano.

 

Nato ad Andria nel maggio del 1932, dopo la laurea in Scienze Politiche, si è da subito distinto per l’impegno nella vita politica, culturale, cattolica e sociale della sua città, con incarichi in diversi enti ecclesiastici. Nel giugno del 1983 diviene direttore amministrativo dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza e nel 1985 assume anche, ad interim, lo stesso incarico nell’omonina Fondazione, fino all’estate del 1994.

 

fedele arnese datteo con papa

Fedele Arnese D'Atteo saluta Giovanni Paolo II durante la sua visita in Ospedale del 23 maggio 1987. Dietro di loro i medici Tardio e Gusso  

 

In un suo articolo dedicato all’enciclica “Redemptoris Mater” di Giovanni Paolo II  - e pubblicato sul n.18 del 1987 del quindicinale «La Casa Sollievo della Sofferenza» - Fedele D'Atteo scriveva che il cammino di fede della Madonna suggerisce alcuni punti fermi per i cattolici: “fare spazio nella propria vita al mistero: la fede è sì dono di Dio e sua è l’iniziativa, ma è anche ricerca e conquista dell’uomo; far credito a Dio, Colui che rivela e si rivela nella storia, anche quando attraversa o sconvolge i nostri progetti di vita; conformarsi alla volontà di Dio e cooperare al suo disegno, anche quando tutto intorno sembra crollare”.   

nuovo-css

webcamlive

  twitter   facebook   youtube   g plus