Super User

Super User

Wednesday, 04 January 2006 18:43

Equipe

Dirigente Medico Responsabile

Dott. Maurizio Leone

m.leone@operapadrepio.it

tel:0882-410650

Visualizza curriculum vitae

 

UOS Collaborazione alla gestione del reparto – Malattie cerebro/vascolari

Dott. Pietro Di Viesti

 

UOS Centro per lo studio e la cura della SLA e correlate malattie del Motoneurone e ricerca translazionale

Dott. Francesco Paolo Apollo

 

Alta Professionalità

Dott. Michele Mario Zarrelli

Servizio di Neurofisiopatologia

 

Professionalità Rilevanti

Dott.ssa Paola Crociani (Sclerosi Multipla e malattie Demielinizzanti)

Dott. Danilo Fogli (Morbo di Parkinson e Disturbi del Movimento)

 

Dirigenti Medici

Dott. Salvatore Nasuto

Dott. Giuseppe Gorgoglione

Dott. Giovanni Matteo Fratta

Dott. Luigi Amoruso

Dott.ssa Raffaela Latino

Dott. Antonio Santoro

Dott. Vincenzo Inchingolo

Dott.ssa Santina Gianfelice

 

Coordinatore Infermieristico

Dott. Salvatore Rignanese

Caposala

Suor Caterina

Segreteria

tel 0882 410689

 

Il reparto, situato al settimo piano del complesso nuovo dell'Ospedale, dispone di 34 posti letto di degenza suddivisi in 15 camere a 2 posti letto e 2 camere con 4 posti letto.

Tutte le camere sono dotate di servizi igienici, telefono e armadietto.

Wednesday, 04 January 2006 18:42

Presentazione attività clinica

L’ Unità Operativa Complessa di Neurologia è dedicata da anni alla diagnosi ed alla cura delle malattie del Sistema Nervoso Centrale e Periferico comuni e rare.

 

E’ riconosciuta dalla Regione Puglia quale Presidio della Rete Nazionale delle Malattie Rare per:

  • Distonia di torsione idiopatica
  • Malattie spinocerebellari
  • Neuropatie ereditarie
  • Polineuropatia cronica infiammatoria demielinizzante
  • Sclerosi laterale amiotrofica
  • Sclerosi laterale primaria

(Deliberazione della Giunta Regionale 23/12/2003, n. 2238: "Rete regionale per la prevenzione, la sorveglianza, la diagnosi, la terapia delle malattie rare, ai sensi del D.M. 18 Maggio 2001, n. 179").

 

Provvede ad oltre 1700 ricoveri all’anno finalizzati alla diagnosi e terapia dei disturbi neurologici acuti e cronici, non gestibili ambulatorialmente.

 

Il Reparto dispone di un servizio di ambulatori specialistici sia generali, sia dedicati a specifiche patologie neurologiche.

 

Annesso al Reparto, il Servizio di Neurofisiopatologia utilizza le moderne strumentazioni neurofisiologiche per la diagnosi delle patologie del sistema nervoso centrale e periferico; effettua monitoraggi neurofisiologici in sala operatoria durante interventi neurochirurgici e in Rianimazione a pazienti con danno cerebrale grave.

Principali patologie trattate:

  • Demenze e disturbi cognitivi per una diagnosi precoce e trattamenti adeguati.
  • Disturbi cefalalgici per lo studio e terapia delle cefalee specie delle forme croniche e di complessa diagnosi differenziale. 
  • Disturbi del movimento con possibilità di esecuzione delle nuove strategie diagnostiche (Dat-scan, test di sensibilità farmacologia e studio dei profili genetici) e terapeutiche (infusione continua di Duodopa®     Link) nella malattia di Parkinson; riguardo alle distonie viene eseguita la terapia con tossina botulinica.
  • Epilessia con attenzione alle forme farmacoresistenti o di complessa diagnosi differenziale.
  • Malattie neuromuscolari (miastenia, neuropatie periferiche e malattia del motoneurone) con valutazioni clinico-elettrofisiologiche e trattamento, oltre alle terapie tradizionali, con cicli periodici di immunoglobuline ad alte dosi per via endovenosa.
  • Patologia cerebrovascolare con particolare riguardo, oltre al trattamento della fase acuta, alla prevenzione ed agli aspetti riabilitativi nonché alle forme giovanili con un accurato studio cardiovascolare ed ematologico.
  • Sclerosi multipla e altre malattie demielinizzanti con la finalità di una assistenza quanto più globale ed attenta alle necessità del paziente.

Successivamente alla fase diagnostica, i pazienti hanno la possibilità di sottoporsi a visita periodica, con controlli clinici ripetuti, e, se necessario, possono essere organizzate anche prestazioni specialistiche di altre branche ma connesse alle problematiche inerenti la patologia di base (controlli urologici, fisiatrici, neuropsicologici, oculistici, otorinolaringoiatrici ecc.). Il colloquio costante con i Neuroradiologi ci permette inoltre di monitorare attentamente l’evoluzione sia clinica che radiologica della patologia.

La nostra Unità Operativa è Centro dispensatore di terapie specifiche quali l’interferone e somministratore di altre e più innovative quali il Natalizumab e il Fingolimod.

Wednesday, 04 January 2006 18:16

Il Massaggio Infantile

A cura di Dott.ssa Pasqua Anna Quitadamo e Dott.ssa Anita Riganti, insegnanti AIMI. L’A.I.M.I. è l’Associazione Italiana Massaggio Infantile collegata alla I.A.I.M. (International Association Infant Massage), cfr. sito web www.aimionline.it
 

massaggi infantiliIl massaggio infantile si rivela uno strumento comunicativo, semplice e diretto, ed è una preziosa opportunità di crescita e di conoscenza. Massaggiare aiuta a rafforzare la relazione con i propri figli, favorisce il benessere psico-fisico e facilita il processo di attaccamento. L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli.

 

 

 

Dunque, il massaggio infantile non è una tecnica, ma:

  • è un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con il proprio bambino
  • favorisce il legame di attaccamento (bonding) e rafforza la relazione genitore-bambino 
  • favorisce nel bambino uno stato di benessere generale 
  • facilita la conoscenza delle varie parti del corpo sviluppando l’immagine di sé, così da far sentire il bambino sostenuto ed amato 
  • aiuta il bambino a liberarsi delle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri 
  • stimola e regolarizza il sistema immunitario, circolatorio, respiratorio e gastro-intestinale prevenendo e dando sollievo al disagio delle coliche gassose 
  • può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia 
  • è un’esperienza di profondo contatto affettivo tra genitori e bambino ed in questo modo favorisce un atteggiamento positivo in entrambi 

L’insegnamento avviene in piccoli gruppi di genitori e bambini a partire dal 1°-2° mese di vita.

Il corso, condotto dalle due neonatologhe insegnanti AIMI, è articolato in 5 incontri della durata di circa 1 ora una volta a settimana.

IL CORSO
Il corso è così articolato:
  • accoglienza dei genitori e dei bambini 
  • esposizione teorica del corso (dove nasce, la sua evoluzione, l’organizzazione) 
  • esposizione degli obiettivi del corso (la comunicazione non verbale fatta di sguardi e di sorrisi, il linguaggio della pelle, il bonding) 
  • apprendimento pratico della sequenza completa di massaggi
  • lavoro sul rilassamento del bambino attraverso il “tocco rilassante”
  • momenti di riflessione sul rafforzamento del legame genitore-bambino
  • apprendimento di modalità che possono dare sollievo al bambino che soffre di stipsi, meteorismo, coliche addominali e pianto

 

Per informazioni e prenotazioni:

Telefonare al numero 0882410398

  • dott.ssa Anita Riganti
  • dott.ssa Pasqua Anna Quitadamo

nuovo-css

webcamlive

  twitter   facebook   youtube