Padre Pio invita ciascun gruppo a (art.14 e art.15 Statuto):

  • Riunirsi ogni mese per pregare e celebrare la Santa Messa;
  • Con l’Aiuto dell’Assistente Spirituale, scegliere particolari indirizzi formativi (secondo le necessità dettate dai singoli membri e dall’ambiente);
  • Organizzare esercizi spirituali, ritiri, giornate di spiritualità ed altri tipi di iniziative, sempre seguendo le indicazioni dell’Autorità Ecclesiastica;
  • Rivolgere intenzioni particolari, indirizzate alla Chiesa, al Papa, ai Vescovi, alle Vocazioni ecclesiastiche e religiose, alla santificazione del Clero, ai bisognosi, agli ammalati, agli anziani e ai peccatori o atei per favorire la loro conversione e lo sviluppo di una vita condotta secondo la fede cristiana.

È bene che, durante gli incontri, siano previste anche le confessioni

Almeno una volta l’anno è opportuno compilare il Modulo di Relazione delle attività del Gruppo ed inviarlo al Centro Internazionale dei Gruppi di Preghiera.

LE ULTIME NEWS

Nuovi incarichi tra gli Assistenti Spirituali Regionali

Padre ANGELO GARZIA e Fra DANIELE MOFFA sono i nuovi Assistenti Spirituali Regionali rispettivamente di Puglia e Campania

[…]

Padre Pio e San Giovanni Rotondo

Nel 104° anniversario della sua venuta
[…]