Emergenza COVID-19

COVID-19, informazioni utili per i pazienti oncologici e onco-ematologici

Mercoledì, 25 Marzo 2020 17:15

Visite di controllo, piani terapeutici in scadenza, triage telefonico, manifestazione di sintomi come febbre o problemi respiratori e numeri di telefono di emergenza 

Le visite di controllo dei pazienti in follow-up che hanno terminato le terapie oncologiche attive sono sospese. I pazienti saranno contattati telefonicamente entro 3 mesi per definire le successive modalità di controllo.

 

Per i pazienti in trattamento con farmaci sottoposti a piani terapeutici in scadenza nei mesi di marzo ed aprile 2020, l’eventuale rinnovo dello stesso è prorogato di 90 giorni.

 

Per gli accessi diretti in Ospedale ed al Poliambulatorio (Day Service/Ambulatorio) verrà effettuato un triage telefonico per i pazienti programmati con questionario da somministrare il giorno prima dell'accesso o al momento dell’ingresso in Ospedale o nel day service/ambulatorio. Il questionario andrà firmato dal dichiarante.

Nel caso in cui, fra un accesso e l’altro, il paziente in trattamento antineoplastico manifesti febbre e/o sintomi respiratori e/o gastrointestinali (di nuova insorgenza o accentuati significativamente se già presenti), dovrà evitare di presentarsi al centro oncologico che lo ha in cura,  e dovrà contattare telefonicamente lo specialista ai numeri telefonici dedicati e seguire le indicazioni operative che saranno comunicate.

 

Qualora durante il triage telefonico non sia possibile una valutazione conclusiva o emerga il sospetto di sintomi legati all’infezione COVID, il paziente dovrà essere inviato ai percorsi già definiti per accertare la presenza di infezione da COVID 19.

Qualora i pazienti oncologici/onco-ematologici abbiano certezza o sospetto di essere venuti a contatto con soggetti COVID-19 positivi, dovranno segnalarlo telefonicamente al proprio medico di medicina generale e seguire le procedure predisposte in tutte le Aziende Sanitarie per i provvedimenti necessari.

 

Se sono comunque previsti accessi per visite, attività diagnostica o terapie, il paziente dovrà segnalare telefonicamente ai numeri dedicati, prima della visita prevista, la eventuale condizione di contatto per la ridefinizione del percorso di diagnosi, trattamento o follow-up.

 

Si invitano i medici di medicina generale a non richiedere in urgenza gli esami previsti per controlli procrastinabili.

 

Numeri di emergenza attivi dalle 8.00 alle 16.00 dal lunedì al venerdì

Per i pazienti oncologici:

Ospedale: 0882-410830, e-mail: oncologia.emergenzacovid1@operapadrepio.it;

Poliambulatorio: 0882-416512, e-mail: oncologia.emergenzacovid2@operapadrepio.it

 

Per i pazienti onco-ematologici:

Ospedale: 0882-410566, e-mail: ematologia.emergenzacovid1@operapadrepio.it;

Poliambulatorio: 0882-416370, e-mail: ematologia.emergenzacovid2@operapadrepio.it

                                                                                                                                  

Raccomandazioni del Ministero della Salute per i pazienti oncologici e onco-ematologici in corso di emergenza da COVID-19

 

Per tutti i pazienti:

 

Non esistendo al momento vaccini o farmaci antivirali specifici per l’infezione da SARS-CoV-2 si raccomandano le seguenti norme igieniche:

  1. a) evitare, ove possibile, luoghi affollati;
  2. b) indossare la mascherina (di comune uso, quali quelle chirurgiche) fuori dal domicilio, in particolare quando si rendano necessarie visite in ospedale per visite, esami e/o trattamenti;
  3. c) eseguire un’accurata e frequente igiene delle mani (si vedano anche le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sul lavaggio delle mani);
  4. d) evitare le visite al proprio domicilio da parte di familiari o amici con sintomi respiratori e/o provenienti da aree a rischio;
  5. e) al fine di evitare contagi in ambito lavorativo si suggerisce di mantenere una distanza di almeno un metro (meglio anche due) dai colleghi che presentino sintomi respiratori, invitandoli ad indossare una mascherina.

 

Per i pazienti che hanno completato il percorso terapeutico (cosiddetti pazienti off-therapy):

 

Si raccomanda di posticipare, laddove possibile e in accordo con gli specialisti del settore che hanno in carico il paziente, i controlli di follow-up, in modo da limitare al massimo la frequentazione delle strutture sanitarie (sia per limitare il rischio di esposizione a SARS-CoV-2, sia per ridurre la mole di lavoro di strutture già in parte sovraccariche).

 

nuovo-css

webcamlive

SETTEMBRE 19
  twitter   facebook   youtube