Emergenza COVID-19

Donato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza alcol etilico per la produzione di disinfettanti galenici

Giovedì, 09 Aprile 2020 12:36

Migliaia di litri di alcol, posti sotto sequestro, sono stati ritenuti idonei per fini sanitari e, devoluti alla Casa Sollievo e alla Asl di Foggia, saranno utilizzati per la produzione in house di disinfettanti per la cute e per gli ambienti.

È stata accolta nella mattinata di ieri, sul pronao della Casa Sollievo della Sofferenza, una delegazione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Manfredonia e Foggia, che ha consegnato al nostro istituto 8000 litri di alcol etilico proveniente da sequestri giudiziari effettuati in diverse operazioni di polizia nel foggiano.

 

«Attualmente l’alcol è una merce assai rara da reperire sul mercato – ha dichiarato il comandante provinciale Andrea Di Cagnoabbiamo pensato, quindi, di soddisfare le esigenze provenienti dal nostro territorio, donando al sistema sanitario locale l’alcol etilico posto sotto sequestro giudiziario, al fine di mettere i servizi farmaceutici nella condizione di poter produrre in house disinfettanti galenici per la cute e per gli ambienti».

 

alcol3

 

Degli oltre 30mila litri di alcol confiscato negli scorsi mesi, 9430 litri sono stati ritenuti idonei per fini sanitari e, una volta dissequestrati e autorizzati dal Tribunale e della Procura della Repubblica di Foggia, sono stati devoluti alla Casa Sollievo della Sofferenza (8000 litri) e al Servizio farmaceutico dell’ASL della Provincia di Foggia (1430 litri).

 

«Avere un gran quantitativo di disinfettanti sia per gli operatori che per gli ambienti – ha affermato Michele Giuliani, direttore generale dell’Ospedale di San Pio – è attualmente una priorità assoluta e questa generosa donazione ci garantirà sicurezza e autosufficienza per alcune settimane. Il nostro ospedale – continua il direttore generale – è impegnato in questa dura lotta contro il coronavirus e un gran numero di operatori presta servizio nell’area Covid di malattie infettive e nella terapia intensiva, mentre l’altra parte continua a rispondere alle emergenze sanitarie e alle urgenze quotidiane».

 

L’importanza di questa iniziativa è riportata nel comunicato stampa della Guardia di Finanza: vuol dimostrare, difatti, la grande attenzione e vicinanza delle fiamme gialle nei confronti di tutti gli operatori impegnati in prima linea nelle strutture sanitarie dedicate all’emergenza Covid «che devono essere messi nelle condizioni ideali per poter operare in sicurezza nell’interesse primario dei degenti e dell’intera collettività».

 

alcol4

da sinistra: Andrea Di Cagno, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Michele Giuliani, Direttore Generale di Casa Sollievo e Anna Massetani, Dirigente Responsabile della Farmacia interna del nostro Ospedale 

nuovo-css

webcamlive

css ottobre
  twitter   facebook   youtube