Emergenza COVID-19

Fasce orarie e percorsi: le modalità per accedere a visite, esami e day hospital presso il Poliambulatorio Giovanni Paolo II

Mercoledì, 15 Luglio 2020 12:13

In caso di necessità è possibile comunque rivolgersi al personale di portineria, ai volontari e agli operatori sanitari impiegati lungo i percorsi 

 

RISPETTO DELLE FASCE ORARIE E DELL’ORARIO DI PRENOTAZIONE

 

A seguito delle norme per il contenimento e la prevenzione del contagio da Covid-19, l’accesso al Poliambulatorio Giovanni Paolo II per le prestazioni dovrà necessariamente avvenire all’interno delle seguenti fasce orarie di accesso, indicate anche in alto a destra sul foglio di prenotazione:

 

fasce daccesso

 

Nello stesso foglio di prenotazione è indicato l’orario di prenotazione della prestazione e la raccomandazione di accedere allo sportello di accettazione non prima di 15 minuti dall’orario di prenotazione. Tutte queste informazioni sono indicate anche nelle comunicazioni via sms.

 

fascia oraria e orario di prenotazione

MODALITÀ DI INGRESSO E PERCORSI

 

L’ingresso nella struttura avviene per tutti passando attraverso l’ingresso generale (vedi mappa) che porta fino alla sala d’attesa. Qui, dopo aver ritirato e compilato il modulo di controllo della temperatura, si generano due flussi di pazienti:

 

mappa

 

-gli utenti del day hospital oncologico, ematologico, talassemico, dell’Oncoemtaologia Pediatrica, della Pet/Tac e della Radioterapia, indicati dal colore verde sulla mappa, proseguono lungo il percorso 1. Sono chiamati alla rilevazione della temperatura a gruppi di 5 per volta. Dopo la rilevazione accedono direttamente all’Unità operativa dove consegnano il modulo triage compilato

 

-tutti gli altri utenti, indicati con il colore blu nella mappa, vengono chiamati per fascia di accesso (ad es. A2, ore 8.30-9.30), in gruppi di 10 utenti per volta. Dopo aver rilevato la temperatura e consegnato il modulo compilato, accedono al totem per ritirare il ticket eliminacode (V=visite e Radiologia, P=prelievi di laboratorio etc. etc.), registrano la ricetta e si recano agli ambulatori. 

 

Si raccomandano gli utenti a limitare il numero di accompagnatori ai soli casi di effettiva necessità (minori, disabili, difficoltà linguistiche etc.). Solo con la reciproca collaborazione si potranno ridurre i disagi che inevitabilmente verranno a crearsi.

nuovo-css

webcamlive

SETTEMBRE 19
  twitter   facebook   youtube