Emergenza COVID-19

Ieri 100esima donazione di sangue per Giuseppe Miscio

Venerdì, 24 Luglio 2020 11:46

Il tecnico di laboratorio deve il suo "arruolamento" tra i donatori di sangue a sua madre e alle sue sorelle."Farò lo stesso con i miei figli. È un bel gesto d’altruismo, mi fa star bene ed è anche un buon modo per fare prevenzione"

Giuseppe con Lazzaro di Mauro (primario del Laboratorio Analisi) e Mario Zipeto (presidente Avis San Giovanni Rotondo) Giuseppe con Lazzaro di Mauro (primario del Laboratorio Analisi) e Mario Zipeto (presidente Avis San Giovanni Rotondo)

“Devo ringraziare mia madre e le mie sorelle, di 10 anni più grandi di me, che da piccolo mi hanno sempre stimolato ad andare a donare il sangue. Sono diventato donatore l’indomani del mio 18esimo compleanno, e da allora l’ho fatto sempre assiduamente. Io farò lo stesso con i miei figli, Riccardo e Luca, di 7 e 5 anni. È un bel gesto d’altruismo, mi fa star bene ed è anche un buon modo per fare prevenzione”.

 

Grazie a Giuseppe Miscio, 48 anni, tecnico di laboratorio dell’Unità di Anatomia Patologica e volontario Avis, che ieri ha effettuato la 100esima donazione di sangue nel Centro del Laboratorio di Medicina Trasfusionale.

 

Facendo due calcoli, se Giuseppe dovesse continuare così, all'età limite di 70 anni potrà raggiungere persino quota 170. 

 

CSS 5994 Version 2 light

 

 

 

 

 

 

 

 

nuovo-css

webcamlive

SETTEMBRE 19
  twitter   facebook   youtube