5xmille 2019

Il fondatore, la sua vita in breve

Index

Sei anni d'esilio

 

I superiori lo seguivano affettuosamente, guidandolo negli studi ancora prescritti e provvedendolo di tutto quanto gli occorreva. Era ritenuto malato di tuberco- losi. Una diagnosi condivisa da più medici anche di grande fama.

Più volte lo richiamarono in comunità, ma dovevano poi rinunziarvi perché le sue condizioni di salute sembravano aggravarsi.

A Venafro, dove rimase quaranta giorni, finì per nutrirsi della sola Eucarestia. Fu lì che ebbe una serie di estasi, documentate scrupolosamente da padre Agostino.

Sostanzialmente, dopo l'ordinazione sacerdotale, rimase a Pietrelcina altri sei anni, in- terrotti da soggiorni a Napoli in caserma e all'ospedale militare, dove i medici militari lo esaminarono più volte, giungendo alla stessa conclusione di quelli civili, e alla fine riformandolo.

L’occasione di rientrare definitivamente in comunità venne nel marzo del 1916, quando una nobildonna di Foggia, molto stimata dai frati cappuccini per la sua vita devota, che era stata messa in corrispondenza con Padre Pio perché la guidasse spiri- tualmente, si ammalò gravemente.

Informato dai superiori, Padre Pio venne a Foggia, nel convento, l'unico allora, di Sant'Anna. Poté assistere l'inferma fino alla morte, avvenuta di lì a poco, e continuò dopo a rimanere a Foggia.

Anche li avvenivano dei fenomeni misteriosi. Fracassi spaventosi venivano dalla came- ra di Padre Pio, e i confratelli ne rimanevano atterriti.

Li liberò da questi incubi il sopravvenire del gran caldo dell'estate, soffocante a Fog- gia, in piena pianura com'è. Per sottrarre Padre Pio ai disagi della calura, il suo superiore e confratello Padre Pao- lino pensò di portarlo per qualche giorno in collina: a San Giovanni Rotondo, sul Gargano. L'idea si rivelò provvidenziale.

In quel paese, remotissimo allora, Padre Pio si trovò a suo agio, e, dopo un breve ri- torno a Foggia, vi tornò definitivamente, nel settembre del 1916. Dopo alcune altre brevi sortite indispensabili, dal 1918 non se ne mosse più.


Ultima modifica Venerdì, 07 Novembre 2014 09:55

nuovo-css

webcamlive

  twitter   facebook   youtube