1. Informazioni Utili
  2. Reparti e Servizi
  3. Numeri utili e orari
  4. News
 
Centralino

Telefono: 0882 4101

 
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
La missione dell'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP) è assicurare all'utenza dell'ospedale l'aiuto e il supporto necessario per ogni tipo di necessità e bisogno.

Il personale dell'URP è a disposizione per:
  • fornire informazione sulle prestazioni e sui servizi sanitari;
  • garantire il diritto di essere ascoltati e di ricevere una risposta;
  • ricevere osservazioni, suggerimenti e reclami, direttamente, attraverso la compilazione di moduli già predisposti, per telefono oppure on line;
  • agevolare l'accesso e l'orientamento all'interno della struttura


Sede: Ospedale - complesso monumentale, piano rialzato lato ovest
Orari mattina: dal lunedì al sabato 8,00 - 14,00
Orari pomeriggio: lunedì e giovedì 16,00 - 18,00; martedì e mercoledì 15,00 - 18,00

Telefono: 0882 410389
Fax: 0882 410046
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sportello c/o Poliambulatorio: dal lunedì al sabato 8,00 - 14,00

Telefono: 0882 416391

Scheda reclamo

 

 
Centro Unico Prenotazioni (CUP) Ambulatoriali

Informazioni sui tempi di attesa e prenotazioni di visite specialistiche ed esami diagnostici strumentali:

Centro Unico Prenotazioni (CUP) AMBULATORIALI

Telefono: 0882 416888

 

Per effettuare una richiesta di prenotazione online, clicca QUI

 
Centro Unico Prenotazione (CUP) Ricoveri

Poliambulatorio

Telefono: 0882 416606

 

Orari: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.00

 

Informazioni sui tempi di attesa e prenotazioni ricoveri nei reparti di:

  • Chirurgia I Addominale,
  • Chirurgia II Toraco Polmonare,
  • Chirurgia Vascolare,
  • Gastroenterologia Medicina Generale,
  • Neurochirurgia,
  • Neurologia,
  • Oculistica,
  • Ortopedia e Traumatologia,
  • Otorinolaringoiatria,
  • Urologia
 
Accettazione Prestazioni Ambulatoriali

Informazioni su costi, rimborsi, esenzioni, accesso ad esami e visite specialistiche, registrazione impegnative mediche e pagamento ticket

 

Poliambulatorio "Giovanni Paolo II" - piano terra lato sud, (sportelli polifunzionali)

Telefono: 0882 416400

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 18.00, sabato dalle 7.30 alle 13.00

 

Ospedale - piano rialzato, lato ovest (sportelli polifunzionali)

Telefono: 0882 410 221-867

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.00, sabato dalle 7.30 alle 13.00

 

 
Ufficio Accettazione sanitaria e registrazione ricoveri

Informazioni generali e registrazione ricoveri, certificati di ricovero


Sede: Ospedale, piano terra lato ovest
Orari: lunedì-venerdì dalle 8.00 alle 20.00, sabato dalle 8.00 alle 14.00
Telefono: 0882 410 317-219

 
Ufficio comunicazione

Telefono: 0882 835521

Fax: 0881 350065

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Servizio di Portineria

Accedere alle strutture dell’Ospedale e del Poliambulatorio “Giovanni Paolo II”, raggiungere i punti di erogazione dei servizi

Telefono Ospedale: 0882 410321
 
Telefono  Poliambulatorio: 0882 416389

 
Pronto Soccorso

Telefono: 0882 41088

Orari: tutti i giorni 24 ore su 24

Servizio di Medicina Trasfusionale e di Laboratorio Analisi Cliniche

css home

  Laboratorio Analisi: 0882 410392
Microbiologia: 0882 410361
Immunoematologia e trasfusionale:

0882 410419

0882 410687

E-Mail:  
Dirigente Medico Responsabile: Dott. Lazzaro Di Mauro

Il Servizio di Medicina Trasfusionale e di Laboratorio Analisi Cliniche, inserito nel Dipartimento di Diagnostica di Laboratorio e Trasfusionale, nasce dalla esigenza di razionalizzare ed ottimizzare l'utilizzo delle risorse disponibili e di consentire l'erogazione di un servizio integrato, più a vasto raggio, con abbattimento di tempi morti, che consente quella "produzione snella", obbiettivo di tante organizzazioni sanitarie e non. E', inoltre, più agevole tenere sotto controllo più processi, attività e costi, facilitando così l'iter per la Certificazione Etica o di Responsabilità Sociale (norma SA 8000) che il nostro Ente intende perseguire nei prossimi mesi. Vengono a ridursi interlocutori, procedure e materiale biologico da smaltire contribuendo così alla sostenibilità dell'impatto ambientale. Il Dipartimento è caratterizzato da una strutturazione altamente innovativa ed originale che consente all'unica Unità Operativa Complessa (il "Servizio di Medicina Trasfusionale e di Laboratorio Analisi Cliniche") di trasferire ed esportare il proprio modello logistico ed organizzativo ad una serie di piccole, ma omogenee, entità laboratoristiche, opportunamente censite e funzionalmente annesse ad Unità Operative Complesse squisitamente cliniche: Ematologia, Genetica Medica, Gastroenterologia, Dermatologia, Endocrinologia, Medicina Nucleare, oltre alla struttura dipartimentale di Epatologia ed alla UOS di Emostasi e Trombosi. La lungimiranza e l'assenza di ogni forma di personalismo a tutti i livelli ha consentito una "giusta ed equa" allocazione delle risorse anticipando tematiche gestionali appena abbozzate nel recente D.L. finalizzato alla spending rewiew.
Nell'ambito della nuova Struttura Complessa si distinguono, pertanto, due grossi tronconi operativi: quello della Medicina Trasfusionale e quello della Medicina di Laboratorio e Microbiologia.

La medicina trasfusionale si occupa della raccolta del sangue umano intero o dei singoli componenti (emazie, piastrine…), ne esegue la validazione biologica mediante screening dei markers delle malattie trasmissibili con il sangue, utilizzando sia tecniche immunometriche che di biologia molecolare. viene quindi effettuata la tipizzazione, l’assegnazione e distribuzione per la trasfusione, dopo averne accertato la compatibilità. 

La creazione di una vasta rete di donatori e la loro fidelizzazione consente a questo Centro l’autosufficienza trasfusionale pur in presenza di una complessa attività chemioterapica e trapiantologica Il Servizio provvede alla raccolta in aferesi, lavorazione e criopreservazione delle cellule staminali emopoietiche periferiche allo scopo di trapianto sia autologo che allogenico, la cui compatibilità viene documentata grazie alla tipizzazione tissutale e studio del sistema HLA con tecniche di biologia molecolare.

L’Aferesi Terapeutica è una pratica particolarmente delicata, fino a poco tempo fa praticabile solo in soggetti adulti; nel nostro Servizio, unico in Puglia e Basilicata, è stata studiata, implementata e perfezionata una particolare ed impegnativa procedura che consente di sottoporre a questa pratica salvavita anche i piccoli leucemici con peso inferiore ai 20 Kg.

Grazie a numerose iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica alla donazione di cellule staminali emopoietiche vengono reclutate persone volontarie che, previa tipizzazione HLA, vengono inserite nel registro regionale e nazionale dei donatori di midollo osseo (IBMDR).

A partire dal 2005 è stato implementato l'uso topico del concentrato piastrinico (PRP: plasma ricco di piastrine) sotto forma di gel nelle lesioni cutanee torpide, quindi nelle piaghe di qualsiasi natura che non guariscono, nelle grosse lacune del mascellare e delle ossa lunghe in generale, in quanto i fattori di crescita che si apportano favoriscono la rigenerazione tissutale ed ossea. Ottimi risultati sono stati raggiunti anche con le infiltrazioni endoarticolari (ginocchio) del PRP e con la produzione di colliri ricchi di piastrine particolarmente indicati nelle lesioni corneali. E’ attivo il Comitato del Buon Uso del Sangue che si occupa della standardizzazione della pratica trasfusionale e della verifica e monitoraggio dell'attività trasfusionale nel nostro Ospedale. Questa attività permette di ottimizzare e tenere sotto controllo l'appropriatezza (anche etica) delle trasfusioni di sangue e dei suoi derivati. A partire dal 2000, si è intrapreso un percorso di qualità teso ad ottenere la Certificazione ISO 9000, conseguita nel 2007. Successivamente, nell’ambito di un percorso di certificazione aziendale, si è ottenuta la certificazione ISO 9001:2008 in data 09/04/2010. E’ seguito un percorso di miglioramento, monitorato con periodiche visite ispettive, che ha portato al rinnovo della certificazione per il triennio 2013-2016.

La cura dei pazienti talassemici è solitamente condivisa da più attori nell’ambito delle strutture sanitarie con evidenti disagi ed inappropriatezze. Pertanto, nel corso dell’anno 2009, ha iniziato la propria attività il Day Hospital dedicato a questi pazienti: è allocato nel nostro Servizio e seguito dal nostro personale sanitario, opportunamente formato. La scelta si è rivelata appropriata perché consente di monitorare il fabbisogno trasfusionale personalizzato per il singolo paziente provvedendo a mettere a disposizione per tempo il sangue da trasfondere, soprattutto per i pazienti con gruppi sanguigni rari. E’ un bell’esempio di come un processo terapeutico e di monitoraggio inizi e si concluda nella stessa Unità Operativa.

BANCA DI CELLULE CORDONALI – E’ uno dei fiori all’occhiello nell’ambito della sanità regionale: grazie alla donazione di un organo destinato allo scarto può essere salvata una vita umana fisicamente distante anche migliaia di chilometri, in qualsiasi parte del mondo. E’ un freno al proliferare di costose “Banche Private” che promettono una improbabile “riserva di cellule staminali personali pronte al bisogno”: la probabilità che ciò possa avvenire è infinitamente bassa, solo una rete mondiale (cui afferiscono i nostri dati) può consentire di scovare le cellule staminali compatibili. Solo il 25% dei pazienti trova un donatore di midollo compatibile nell’ambito familiare e meno di un terzo lo trova tra i donatori volontari iscritti nei registri internazionali; per la restante parte, che non ha possibilità di ricevere materiale midollare compatibile, l’utilizzo del sangue del cordone ombelicale rappresenta la nuova possibilità terapeutica poiché garantisce la disponibilità di una fonte di cellule staminali emopoietiche, anche in caso di compatibilità parziale, con minor rischio di rigetto e di malattie trasmissibili da virus latenti. L’uso di procedure eticamente irreprensibili e tecnicamente adeguate è sostenuto dalla rete ITCBN (Italian Cord Blood Network): attualmente sono attivi sul territorio nazionale quasi 300 punti nascita collegati a 19 Banche: quella che drena da tutta la Puglia è allocata nella nostra Struttura e può contare su 14 Punti Nascita, essa si colloca fra le prime per unità raccolte ed unità bancate, pervengono richieste da ogni parte del mondo per le unità esposte nel registro IBMDR. La Banca, oltre ad essere certificata UNI EN ISO 9001:2008, ha ottenuto, per il laboratorio di immunogenetica, l’ accreditamento di eccellenza EFI (European Federation of Immunogenetics) e, nello scorso dicembre 2011 ha superato anche la verifica ispettiva del CNT/CNS che ha certificato la possibilità di esportare le unità cordonali negli Stati Uniti. Al fine di incrementare l’appetibilità delle unità inserite nel Registro è stata implementata la tipizzazione HLA in alta risoluzione. Altro obbiettivo a portata di mano è il raggiungimento del prestigioso accreditamento FACT (Fundation for the Accreditation of Cellular Therapy). Grazie a questi riconoscimenti ufficiali da parte di prestigiosi Enti Certificatori Internazionali, l’attività del Laboratorio di Immunogenetica è in costante aumento, tesa a soddisfare richieste provenienti da ogni parte del mondo, come in ogni parte del mondo fruiscono del materiale midollare esposto nel Registro.

La Medicina di Laboratorio contribuisce in modo significativo alla prevenzione, allo screening, alla diagnosi, all'inquadramento nosologico, alla scelta dei trattamenti ottimali, al monitoraggio ed allo studio epidemiologico delle malattie, nel rispetto della centralità dei bisogni del paziente-utente. Pertanto la mission del laboratorio analisi centrale si concretizza nell'erogazione di un servizio di accuratezza, precisione e puntualità.

L'attività routinaria è rivolta sia all'utenza interna che esterna ed è regolamentata da orari ed altre specifiche (vedi negli appositi spazi). L'attività di urgenza, evidenziata in un pannello condiviso di esami, è attiva 24 ore su 24 ed è costantemente presidiata da un dirigente medico o biologo. La strumentazione e le tecniche analitiche sono in linea con i più aggiornati standard. Il personale, di notevole esperienza e costantemente formato, espleta attività di consulenza sia pre che post-analitica. L'UO partecipa a qualificati programmi di controlli di qualità ed ha conseguito la Certificazione ISO 9000 :2008 secondo le linee-guida e la tempistica pianificata dal SIQuA, in data 9 aprile 2010. In data 19 aprile 2012 ha ricevuto la visita ispettiva da parte dell'Ente Certificatore (Bureau Veritas) per vedere riconosciuta la riconferma di tale attestazione.

Il Laboratorio esegue una vasta gamma di esami, che coprono la gran parte dei quesiti diagnostici delle seguenti aree specialistiche: Autoimmunità, Biologia Molecolare, Chimica Clinica, Coagulazione, Ematologia, Endocrinologia, Oncologia, Sierologia delle proteine, Tossicologia con monitoraggio farmaci e la Microbiologia nelle sue varie sfaccettature, appresso specificate. Le attività che afferiscono alla Biologia Molecolare ed alla Microbiologia sono state allocate in sedi idonee e certificate.

Gli utnti esterni che afferiscono alla U.O. Laboratorio Analisi sono circa 50.000 mila/ anno, per i quali vengono effettuati oltre 470.000 mila esami.

Fra le attività di maggiore attrativa è da sottolineare il monitoraggio della terapia anticoagulante orale (TAO); lo studio della Malattia Celiaca (screening, diagnosi, follow-up, determinazione degli aplotipi DQ2 e DQ8 dell'HLA per l'identificazione dei soggetti predisposti); un vasto repertorio di esami ormonali e markers tumorali eseguiti con tecnologie integrate di immunometria e radioimmunologia (nel nostro Istituto è presente una qualificata UO di endocrinologia); varie metodologie hanno permesso di completare un aggiornato pannello di autoanticorpi ed infine lo studio e la caratterizzazione molecolare delle Porfirie hanno consentito a questo IRCCS di diventare centro di riferimento regionale per questo tipo di patologie.

Obiettivi permanenti sono la rivisitazione costante del SGQ, il miglioramento dei tempi di risposta e dei tempi di attesa (anche telefonici), e l'attenzione al confort ed alla soddisfazione dell'utenza.

Tali obiettivi sono conformi a quanto previsto per gli IRCCS e raccomandato dalla commissione ministeriale nell'ultima e molto lusinghiera site visit

Nell'ambito della Microbiologia si effettua la Diagnosi microbiologica delle malattie infettive; in tale ottica è impegnato a garantire:

  • l'evasione di tutte le richieste, assicurandone l'affidabilità, l'esecuzione tempestiva (senza
  • prenotazione) sia per i reparti di degenza che per l'utenza ambulatoriale e per gli Ospedali o Enti della provincia o extra provinciali;
  • l'attività di consulenza clinico-diagnostica;
  • l'attività di innovazione, formazione, ricerca.

Le modalità di richiesta, prelievo, conservazione ed invio dei campioni biologici sono specificate nel Manuale dei Prelievi Microbiologici (consultabile sul sito).

Tutti i campioni che pervengono al Laboratorio di Microbiologia e Virologia per esami microbiologici sono sottoposti a verifica di conformità, per accertare che:

  • sia stato correttamente identificato
  • sia in quantità sufficiente e idoneo per l'esecuzione delle indagini richieste
  • vi sia coincidenza tra i dati indicati sulla richiesta del curante e quelli riportati sul contenitore del materiale biologico.

Il lavoro all'interno dell'Unità, nelle sezioni di Batteriologia, Micologia, Sierologia, Parassitologia, Biologia Molecolare e Micobatteriologia, viene eseguito garantendo la qualità in ogni fase del processo attraverso due strumenti di verifica della qualità analitica tra loro complementari: l'effettuazione sistematica del Controllo di Qualità Interno (CQI) e la partecipazione a programmi di Valutazione Esterna di Qualità (VEQ).

Un ulteriore importante settore di attività dell'U.O.S. di Microbiologia e Virologia è costituito dalla prevenzione e controllo delle infezioni attraverso:

  • attività di "osservatorio" delle infezioni: attraverso la notifica al Comitato per la Prevenzione ed il Controllo delle Infezioni in Ospedale (CIO) consente la messa in atto dei necessari provvedimenti di prevenzione;
  • sorveglianza dei microrganismi Alert e di patogeni multi-resistenti (MDR) di particolare rilevanza epidemiologica;
  • elaborazione dei risultati delle indagini microbiologiche (monitoraggio della circolazione dei patogeni e i pattern di antibiotico-resistenza);
  • l'attività di consulenza a medici e personale infermieristico, in particolare ai "referenti delle infezioni" in ambito ospedaliero;
  • controlli periodici ambientali (acque di dialisi, controlli biologici delle autoclavi, sacche di sangue ed emoderivati, sacche parenterali, ecc.).

L'Unità Operativa nel suo complesso, che conta ormai un centinaio di operatori sanitari, sta vivendo un inevitabile momento di riorganizzazione e razionalizzazione attraverso il dialogo continuo con le strutture ospedaliere e del territorio.

Ultima modifica Martedì, 25 Giugno 2013 10:28

nuovo-css