1. Informazioni Utili
  2. Reparti e Servizi
  3. Numeri utili e orari
  4. News
 
Centralino

Telefono: 0882 4101

 
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
La missione dell'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP) è assicurare all'utenza dell'ospedale l'aiuto e il supporto necessario per ogni tipo di necessità e bisogno.

Il personale dell'URP è a disposizione per:
  • fornire informazione sulle prestazioni e sui servizi sanitari;
  • garantire il diritto di essere ascoltati e di ricevere una risposta;
  • ricevere osservazioni, suggerimenti e reclami, direttamente, attraverso la compilazione di moduli già predisposti, per telefono oppure on line;
  • agevolare l'accesso e l'orientamento all'interno della struttura


Sede: Ospedale - complesso monumentale, piano rialzato lato ovest
Orari mattina: dal lunedì al sabato 8,00 - 14,00
Orari pomeriggio: lunedì e giovedì 16,00 - 18,00; martedì e mercoledì 15,00 - 18,00

Telefono: 0882 410389
Fax: 0882 410046
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sportello c/o Poliambulatorio: dal lunedì al sabato 8,00 - 14,00

Telefono: 0882 416391

Scheda reclamo

 

 
Centro Unico Prenotazioni (CUP) Ambulatoriali

Informazioni sui tempi di attesa e prenotazioni di visite specialistiche ed esami diagnostici strumentali:

Centro Unico Prenotazioni (CUP) AMBULATORIALI

Telefono: 0882 416888

 

Per effettuare una richiesta di prenotazione online, clicca QUI

 
Centro Unico Prenotazione (CUP) Ricoveri

Poliambulatorio

Telefono: 0882 416606

 

Orari: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.00

 

Informazioni sui tempi di attesa e prenotazioni ricoveri nei reparti di:

  • Chirurgia I Addominale,
  • Chirurgia II Toraco Polmonare,
  • Chirurgia Vascolare,
  • Gastroenterologia Medicina Generale,
  • Neurochirurgia,
  • Neurologia,
  • Oculistica,
  • Ortopedia e Traumatologia,
  • Otorinolaringoiatria,
  • Urologia
 
Accettazione Prestazioni Ambulatoriali

Informazioni su costi, rimborsi, esenzioni, accesso ad esami e visite specialistiche, registrazione impegnative mediche e pagamento ticket

 

Poliambulatorio "Giovanni Paolo II" - piano terra lato sud, (sportelli polifunzionali)

Telefono: 0882 416400

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 18.00, sabato dalle 7.30 alle 13.00

 

Ospedale - piano rialzato, lato ovest (sportelli polifunzionali)

Telefono: 0882 410 221-867

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.00, sabato dalle 7.30 alle 13.00

 

 
Ufficio Accettazione sanitaria e registrazione ricoveri

Informazioni generali e registrazione ricoveri, certificati di ricovero


Sede: Ospedale, piano terra lato ovest
Orari: lunedì-venerdì dalle 8.00 alle 20.00, sabato dalle 8.00 alle 14.00
Telefono: 0882 410 317-219

 
Ufficio comunicazione

Telefono: 0882 835521

Fax: 0881 350065

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Servizio di Portineria

Accedere alle strutture dell’Ospedale e del Poliambulatorio “Giovanni Paolo II”, raggiungere i punti di erogazione dei servizi

Telefono Ospedale: 0882 410321
 
Telefono  Poliambulatorio: 0882 416389

 
Pronto Soccorso

Telefono: 0882 41088

Orari: tutti i giorni 24 ore su 24

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Medicina Nucleare

css home

Telefono: 0882 410375
Fax: 0882 457492
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dirigente Medico Responsabile: Dott. Vincenzo Frusciante

L'Unità Operativa di Medicina Nucleare opera nell'Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza da circa 27 anni, svolgendo un servizio di diagnosi e cura in grado di soddisfare, con elevato livello di eccellenza, i bisogni clinici espressi dagli altri Reparti dell'Ospedale e da un bacino d'utenza rappresentato da pazienti provenienti da tutta la Puglia e dalle regioni limitrofe.

Fin dall'inizio della sua attività l'Unità ha messo in atto tutte le possibilità diagnostiche e terapeutiche al fine di migliorare le condizioni cliniche dell'utenza.

L'Unità Operativa dei Medicina Nucleare esegue prestazioni diagnostiche per mezzo di radiazioni ionizzanti. Nella gran parte delle indagini la loro somministrazione avviene per via endovenosa mediante idonei "radiofarmaci" di puro uso diagnostico. Questa sostanza chimica è priva di controindicazioni poiché simile a quelle fisiologicamente presenti nell'organismo umano ed è legata ad atomi che sprigionano deboli radiazioni dal nucleo, da cui il termine "nucleare". Grazie a queste radiazioni si può fotografare l'organo oggetto di studio, ottenendo delle immagini, comunemente chiamate "scintigrafie". Esse consentono di studiare le strutture e le funzioni dei differenti organi e di evidenziare per tempo ogni modificazione dello stato di salute del paziente. L'entità di radiazioni impiegate nelle scintigrafie è modesta, in genere inferiore ad esami radiologici similari e quindi gli esami medico-nucleari possono essere ripetuti di frequente e, quando necessario, sono eseguiti anche in età pediatrica.

L'Unità Operativa presenta la sezione di Terapia Medico Nucleare che è, ad oggi, l'unica struttura nella Regione Puglia ed una delle pochissime di tutto il Centro-Sud a disporre di un reparto realmente operativo di degenza protetta destinato ai pazienti che devono essere sottoposti a terapie basate sull'utilizzo di radiofarmaci.

Parole chiave della nostra missione sono: radioprotezione, garanzia della qualità e appropriatezza della prestazione. Tutto il personale è molto attento anche agli aspetti radioprotezionistici connessi all'impiego di radiazioni ionizzanti. La radioprotezione è garantita anche da una fattiva e continua collaborazione con la Fisica Sanitaria che esegue con assidua frequenza i controlli di qualità delle apparecchiature ed è sempre disponibile a fornire valutazioni dosimetriche e suggerimenti di radioprotezione.

Ad ulteriore tutela dei pazienti che si rivolgono al nostro servizio, la richiesta del medico curante può essere oggetto di ulteriore valutazione da parte del medico nucleare e talvolta può essere decisa una differente indagine che dia lo stesso risultato in termini diagnostici ma che comporti minori rischi da radiazione per il paziente.

Nello svolgimento dell'ordinaria attività assistenziale l'U.O. segue le Linee Guida emanate da riconosciuti Enti scientifici professionali nazionali e sovranazionali.

Allo scopo di far fronte alle continue e consistenti richieste di accesso alle prestazioni diagnostiche e terapeutiche offerte dalla struttura, da parte sia dell'utenza regionale che di quella extra regionale, si è operato un notevole sforzo in termini di dotazione tecnologica e di disponibilità del personale medico e tecnico adibito a due turni lavorativi giornalieri.

Sono stati inoltre aumentati da 4 ad 8 i posti letto destinati alla terapia medico-nucleare.

L'U.O. C. di Medicina Nucleare opera nel pieno rispetto della normativa vigente in tema di privacy, di sicurezza dell'ambiente e di radioprotezione del paziente e degli operatori.

L'U.O.C. di Medicina Nucleare è situato al piano "-1" dell'Ospedale. L'accesso all'Unità è consentita dagli ascensori presenti al piano "0" adiacenti all'ingresso monumentale o mediante le scale presenti sulla sinistra dell'ingresso stesso.

Al piano "-1" è situtata la Diagnostica Generale e la Degenza protetta per trattamenti terapeutici medico-nucleari con radiofarmaci.

L'U.O.C. di Medicina Nucleare comprende:

  • Sezione di Diagnostica Scintigrafica Generale.
  • Diagnostica in vivo, somministrazione diretta al paziente di sostanze radioattive a scopo diagnostico.
  • Diagnostica vivo-vitro, determinazione diretta sui campioni biologici di analiti con tecniche di tipo immunometrico basate sull'uso di radionuclidi.
  • Sezione di Diagnostica Scintigrafica Applicata alla Cardiologia.
  • Degenza Protetta, somministrazione di radiofarmaci per il trattamento di diverse patologie, in particolare oncologiche.

Le sezioni di Diagnostica Generale e della Cardiologia sono situati in unica area strutturata nel seguente modo:

  • una zona di attesa fredda, dove i pazienti stazionano prima dell'inizio dell'indagine diagnostica;
  • una zona di attesa calda dotata di un televisore e due stanze per i servizi igenici. I pazienti, dopo la somministrazione della dose radioattiva, si accomodano in questa stanza fino al momento dell'indagine, la cui durata varia a seconda dell'esame da eseguire;
  • una sala somministrazione in comunicazione con la camera calda mediante una pass-box da cui arrivano le dosi allestite dai tecnici;
  • 4 sale che ospitano 4 gamma camere SPECT;
  • una sala per le prove da sforzo delle scintigrafie cardiache;
  • una sala che ospita una sonda direzionale per le indagine della tiroide, un gamma counter per i dosaggi dei campioni biologici ed un pozzetto di calibrazione per la determinazione del volume eritocitario.
  • una zona controllata suddivisa a sua volta in tre locali: una camera calda in cui i tecnici allestiscono le dosi radioattive ed in cui si eseguono i controlli di qualità sui radiofarmaci, una stanza delle marcature cellulari e un deposito dei rifiuti radioattivi.

Al piano "-1" dell'Ospedale è situata anche la Degenza Protetta. Essa è costituita da locali idonei ad accogliere pazienti a cui vengono somministrati radiofarmaci per terapia allorquando la natura e la dose dei radiofarmaci richiede il trattamento in regime di ricovero.

I locali della degenza protetta hanno caratteristiche strutturali tali da limitare al massimo gli effetti indesiderati delle dosi radioattive somministrate ai pazienti

I posti letto sono 8, di cui 4 sono predisposti per accogliere pazienti a cui vengono somministrate dosi più elevate di radiofarmaci.

Ogni camera è dotate di due letti, televisore, telefono, due tavoli, servizi igienici e videosorveglianza.

Il corridoio centrale che collega l'area della diagnostica generale a quella della degenza protetta ospita alcune sedute per accogliere gli accompagnatori dei pazienti che eseguono la scintigrafia e i pazienti in attesa di essere ricoverati. Qui sono localizzate alcune macchinette di ristoro e i servizi igienici.

Nella Sezione di Cardiologia Nucleare vengono eseguite, congiuntamente agli specialisti dell'UOC di Cardiologia, indagini scintigrafiche finalizzate a valutare la perfusione e funzione miocardica. La quasi totalità delle Scintigrafie Miocardiche vengono eseguite con tecnica GATED-SPECT, diffusamente riconosciuta come una metodica ad elevata sensibilità, specificità ed accuratezza diagnostica, con un ottimo rapporto costo/efficacia; infatti, il ricorso a tale tecnica consente di ottenere simultaneamente, cioè con un singolo esame ed una singola iniezione di tracciante, immagini sia della perfusione miocardica che della funzione del ventricolo sinistro; i vantaggi reali di uno studio GATED-SPECT consistono in più complete informazioni sulla vitalità e sulla funzione distrettuale del ventricolo sinistro; la GATED-SPECT permette inoltre una riduzione del numero di artefatti ed un conseguente aumento dell’accuratezza dell’esame in toto.

Nella Sezione di Diagnostica Generale le indagini effettuate riguardano applicazioni oncologiche, endocrino-metaboliche, urogenitali, gastroenterologiche, respiratorie e dell'apparato linfatico ed ematico. Si effettuano abitualmente indagini che rivestono particolare carattere di complessità:

  • scintigrafie recettoriali (p.e. viene utilizzato l'octreotide per lo studio dei recettori della somatostatina nei tumori neuroendocrini e il DaTSCAN per la diagnosi precoce del Parkinson)
  • la scintigrafia con MIBG nella diagnostica dei feocromocitomi e neuroblastomi
  • la scintigrafia con Tecnezio-MIBI per la valutazione del mieloma e delle recidive di neoplasie cerebrali.

Nel campo dell’Ematologia Nucleare vengono eseguiti studi di cinetica piastrinica e determinazioni del volume eritrocitario. Gli stati infiammatori e infettivi vengono indagati mediante la scintigrafia con leucociti radiomarcati.
Grazie ad una strettissima collaborazione con la Divisione di Chirurgia, è stata implementata in modo efficace e consistente la tecnica della ricerca del linfonodo sentinella nel cancro della mammella, nel melanoma e meno frequentemente in altre patologie neoplastiche. Nei pazienti affetti da carcinoma mammario ed eleggibili ad intervento chirurgico, tale tecnica prevede la ricerca del linfonodo sentinella attraverso due fasi: prima dell’intervento si utilizza la gammacamera, in sede intraoperatoria la ricerca viene completata con sonda radiochirurgica e con l’asportazione e conseguente esame istologico del linfonodo. La metodica ha portato enormi vantaggi in termini di minore invasività della procedura chirurgica; infatti, in caso di negatività istologica per malattia tumorale del linfonodo sentinella, è possibile evitare l’asportazione dei linfonodi ascellari.
Particolare attenzione viene dedicata ai pazienti in età pediatrica e neonatale per i quali sono state attivate strette collaborazioni sia con strutture del nostro ospedale (Onco-Ematologia Pediatrica e Urologia Pediatrica) che con altre realtà ospedaliere e specialistiche esistenti sul territorio.

La Sezione di Terapia Medico Nucleare è una delle pochissime strutture dell’Italia Centro Meridionale in grado di effettuare trattamenti con radiofarmaci in regime di degenza protetta. La terapia della patologia tiroidea benigna e maligna rappresenta il campo di applicazione prevalente, condotto in strettissima collaborazione con gli specialisti dell'Unità di Endocrinologia del nostro Istituto. Recentemente, l’ambito di utilizzo delle terapie medico-nucleari è stato allargato al trattamento antalgico delle metastasi scheletriche; il principio su cui è basato questo particolare tipo di terapia è quello di irradiare con radiofarmaci osteotropi beta-emittenti somministrati per via ematica tutte le metastasi ossee caratterizzate da significativa attività osteoblastica. E'stata inoltre introdotta la terapia dei linfomi “non Hodgkin” recidivanti o di elevato grado con anticorpi monoclonali marcati con Ittrio-90 e la terapia radiorecettoriale finalizzata al trattamento dei tumori neuroendocrini con analoghi della somatostatina marcati con Ittrio–90.
Le attività svolte nel corso del ricovero avvengono in stretta collaborazione col Servizio di Fisica Sanitaria che provvede a monitorare (quantizzazione della radioattività presente nel corpo) continuamente i pazienti dal momento della somministrazione della dose terapeutica sino alla dimissione; tale attività consente non solo di saggiare la cinetica in vivo del radiofarmaco somministrato ma anche di decidere quando è possibile dimettere il paziente in condizioni di sicurezza.

La dotazione tecnologica della nostra struttura di Medicina Nucleare comprende quattro gamma camere a doppia testata tomografiche di cui una dedicata ad indagini cardiologiche, una sonda per conteggi di superficie, un gamma-counter ed un betacounter, un radio cromatografo, un frazionatore per dosi terapeutiche e 2 sonde radiochirurgiche.

 

 

Ultima modifica Venerdì, 07 Marzo 2014 11:16

Personale Medico

nuovo-css