Stampa questa pagina

Leone Maurizio Angelo

Informazioni aggiuntive

  • Cognome Nome: Leone Maurizio
  • Dipartimento: Scienze Mediche
  • Reparto: Neurologia
  • Qualifica: Dirigente Medico Reponsabile
  • Incarico in CSS: Reponsabile Unità Operativa Complessa di Neurologia
  • Telefono Reparto: 0882 410689
  • Formazione:

     

    • 1980 - Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Torino
    • 1984 - Specializzazione in Neurologia presso l'Università di Torin. Fin dagli anni della specializzazione si è occupato di neuroepidemiologia, una disciplina allora agli albori, e la sua formazione si è svolta su due versanti: neurologico presso la Clinica Neurologica di Torino diretta dal Prof. Schiffer ed epidemiologico presso l'Unità di Epidemiologia della USL, con il dr. Segnan.
  • Esperienze Professionali:

     

    • Nel 1986 ha lavorato presso la Neuroepidemiology Branch dei National Institutes of Health, a Bethesda, USA, insieme a Bruce Schoenberg, tra i primi ad applicare metodologie epidemiologiche per lo studio delle malattie neurologiche.
    • Dal 1987 ha lavorato nelle divisioni di Neurologia degli Ospedali di Ivrea, Aosta, e dal 1993 dell'AOU "Maggiore della Carità" di Novara.
    • Ha svolto attività didattica presso l'Università del Piemonte Orientale nei corsi di Laurea di Infermieristica, Fisioterapista, Tecnici di Radiologia e nella Scuola di Specializzazione in Neurologia. In particolare ha sviluppato due programmi di addestramento per giovani, uno di ricerca infermieristica e l'altro di training per giovani neurologi dell'Est Europa.
  • Attività scientifica:

     

    Nel campo della Neuroepidemiologia ha sviluppato tre aree di ricerca:

    • i fattori di rischio dell'epilessia, in particolare l'abuso di alcool, che in alcune aree della fascia alpina e prealpina è estremamente frequente, sebbene misconosciuto, specie tra le donne;
    • la prognosi delle malattie neurologiche: sclerosi laterale amiotrofica, epilessia, ictus cerebrale e negli ultimi anni sclerosi multipla. Per questa malattia ha coordinato insieme a Sandra D'Alfonso, genetista di Novara uno studio multicentrico Italiano che ha portato a creare una banca di DNA di circa 2.000 pazienti che sarà molto utile per capire come l'interazione tra fattori e genetici ed ambientali può spiegare le diverse modalità di decorso della sclerosi multipla.
    • le linee-guida per le malattie neurologiche, per cui coordina un gruppo europeo all'interno del Comitato Scientifico della European Academy of Neurology.

    E' autore di 134 Articoli su riviste censite su Medline e Presidente dell'Associazione Italiana di Neuroepidemiologia