La prevenzione delle malattie renali

Venerdì, 16 Luglio 2010 02:00

Secondo alcune casistiche recenti, le malattie renali stanno diventando sempre più frequenti, arrivando ad interessare fino al 10% della popolazione mondiale.
L’aumento è dovuto sia ad indagini diagnostiche più accurate, che all’aumento dell’incidenza di altre malattie (tipo diabete mellito ed ipertensione) che secondariamente possono interessare anche i reni, oltre che all’invecchiamento della popolazione generale.
Per tale motivo, da alcuni anni, la Società Italiana di Nefrologia (SIN), in unione con la Fondazione Italiana del Rene (FIR), partecipa ai programmi annuali del Word Kidney Day (Giornata Mondiale del rene, quest’anno fissata per l’11 marzo 2010, vedi poster allegato) promossi dall’International Federation of Kidney Fountations. Nell’ambito di tali programmi di diffusione della conoscenza delle malattie renali e di prevenzione delle nefropatie si è deciso di promuovere una campagna di prevenzione scolastica, con particolare riferimento all’ultimo anno della scuola media superiore.

In quest’ambito la Divisione di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, grazie alla sua diffusione capillare sul territorio del Gargano con la presenza di quattro centri dialisi (San Giovanni Rotondo, Manfredonia, Rodi Garganico e Vieste), ha effettuato una campagna di screening volta a tutte le scuole secondarie di secondo grado di questi centri.
Lo screening è stato effettuato gratuitamente e previo assenso degli interessati. Esso ha previsto:
1) Raccolta dati anamnestici
2) Misurazione della Pressione Arteriosa
3) Controllo di peso, altezza, circonferenza addominale e quindi del BMI
4) Esame urine con lo stick

Per ogni partecipante il Nefrologo ha redatto una scheda da presentare al medico di famiglia.
Sono stati contattati, sia tramite lettera che telefonicamente tutti i Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di secondo grado delle suddette cittadine.
Di questi alcuni hanno ritenuto di non partecipare per proprie esigenze o per scarsa sensibilità al problema, altri, al contrario hanno mostrato grande sensibilità e spirito compartecipativo. Infatti oltre agli studenti, si sono sottoposti allo screening anche parte del personale docente e non docente.
In particolare hanno partecipato le seguenti scuole:
Istituto Tecnico Commerciale e Istituto Tecnico Industriale di San Giovanni Rotondo
Istituto Tecnico Commerciale, Istituto Tecnico Industriale, Istituto Tecnico Nautico, Istituto Tecnico per Geometri e Liceo Scientifico di Manfredonia
Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri e IPSIA di Rodi Garganico
Liceo Polivalente e Istituto Professionale Alberghiero e Ristorazione di Vieste
In totale i partecipanti tra i vari centri sono stati 566.
I risultati, di tale screening, da poco terminato, sono in corso di studio.
I partecipanti che presentavano particolari problemi, sono stati invitati ad ulteriori indagini anche con ricovero presso la nostra Divisione.

Siamo, nel complesso, soddisfatti per questa nostra iniziativa e speriamo di poterla ripetere nel prossimo anno.

Il Responsabile del Progetto Scuole, Dr. Lauriola Vincenzo
Il Direttore della SC di Nefrologia e Dialisi, Dr. Filippo Aucella


Secondo alcune casistiche recenti, le malattie renali stanno diventando sempre più frequenti, arrivando ad interessare fino al 10% della popolazione mondiale.
L’aumento è dovuto sia ad indagini diagnostiche più accurate, che all’aumento dell’incidenza di altre malattie (tipo diabete mellito ed ipertensione) che secondariamente possono interessare anche i reni, oltre che all’invecchiamento della popolazione generale.
Per tale motivo, da alcuni anni, la Società Italiana di Nefrologia (SIN), in unione con la Fondazione Italiana del Rene (FIR), partecipa ai programmi annuali del Word Kidney Day (Giornata Mondiale del rene, quest’anno fissata per l’11 marzo 2010, vedi poster allegato) promossi dall’International Federation of Kidney Fountations. Nell’ambito di tali programmi di diffusione della conoscenza delle malattie renali e di prevenzione delle nefropatie si è deciso di promuovere una campagna di prevenzione scolastica, con particolare riferimento all’ultimo anno della scuola media superiore.

In quest’ambito la Divisione di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, grazie alla sua diffusione capillare sul territorio del Gargano con la presenza di quattro centri dialisi (San Giovanni Rotondo, Manfredonia, Rodi Garganico e Vieste), ha effettuato una campagna di screening volta a tutte le scuole secondarie di secondo grado di questi centri.
Lo screening è stato effettuato gratuitamente e previo assenso degli interessati. Esso ha previsto:
1) Raccolta dati anamnestici
2) Misurazione della Pressione Arteriosa
3) Controllo di peso, altezza, circonferenza addominale e quindi del BMI
4) Esame urine con lo stick

Per ogni partecipante il Nefrologo ha redatto una scheda da presentare al medico di famiglia.
Sono stati contattati, sia tramite lettera che telefonicamente tutti i Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di secondo grado delle suddette cittadine.
Di questi alcuni hanno ritenuto di non partecipare per proprie esigenze o per scarsa sensibilità al problema, altri, al contrario hanno mostrato grande sensibilità e spirito compartecipativo. Infatti oltre agli studenti, si sono sottoposti allo screening anche parte del personale docente e non docente.
In particolare hanno partecipato le seguenti scuole:
Istituto Tecnico Commerciale e Istituto Tecnico Industriale di San Giovanni Rotondo
Istituto Tecnico Commerciale, Istituto Tecnico Industriale, Istituto Tecnico Nautico, Istituto Tecnico per Geometri e Liceo Scientifico di Manfredonia
Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri e IPSIA di Rodi Garganico
Liceo Polivalente e Istituto Professionale Alberghiero e Ristorazione di Vieste
In totale i partecipanti tra i vari centri sono stati 566.
I risultati, di tale screening, da poco terminato, sono in corso di studio.
I partecipanti che presentavano particolari problemi, sono stati invitati ad ulteriori indagini anche con ricovero presso la nostra Divisione.

Siamo, nel complesso, soddisfatti per questa nostra iniziativa e speriamo di poterla ripetere nel prossimo anno.

Il Responsabile del Progetto Scuole, Dr. Lauriola Vincenzo
Il Direttore della SC di Nefrologia e Dialisi, Dr. Filippo Aucella

nuovo-css