Stampa questa pagina

Emergenza, accettazione e area critica

Direttore di Dipartimento: dottor Giuseppe Melchionda

 

Vede la sua massima rappresentanza nel Pronto Soccorso che nel 2013 ha gestito 39.450 pazienti, cui sono seguiti 9.051 ricoveri in Ospedale e nell'ultimo triennio ha subito rilevanti cambiamenti dal punto di vista gestionale:

  • si è proceduto alla informatizzazione con l'acquisizione ed implementazione del programma SISWEB;
  • si è proceduto alla definizione di "percorsi terapeutici – assistenziali", in collaborazione con i reparti di degenza, in particolare con Ortopedia (frattura di Femore),  Neurologia (stroke), Cardiologia (ima);
  • si è definito il percorso denominato FAST TRACK per i codici bianchi, in collaborazione con i reparti di Oculistica, Otorino, Dermatologia;
  • utilizzo routinario Ecografo in emergenza con metodica ECO FAST (Focused Assessment with Sonography for Trauma),  così da individuare un'eventuale emorragia interna in un paziente politraumatizzato ed avviarlo immediatamente in sala operatoria, se le condizioni cliniche sono critiche, oppure per avviarlo ad ulteriori approfondimenti diagnostici. È, infatti, una metodica rapida, non invasiva, mirata a fornire informazioni sulla criticità del paziente.

Inoltre, fanno capo ad esso le seguenti attività didattiche:

  • presso il Centro di Formazione "Padre Pio": corso di BLSD (Basic Life Support Defibrillation), ALS (Advanced Life Support), PTC (Prehospital Trauma Care), BLSD pediatrico;
  • corsi di formazione nursing in emergenza, aggiornamenti sul campotirocinio pratico in Chirurgia Toracica, Ostetricia, Utic, Rianimazione e Pronto Soccorso;
  • attività di Tutor per tirocinanti della scuola della Società Italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia (SIUMB);

In via di attivazione l'ambulatorio di Chirurgia Ambulatoriale.

Ultima modifica Giovedì, 31 Maggio 2018 09:08