Epatologia

epatologia-160

Telefono: 0882-416270
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile del Laboratorio: Dott.ssa Alessandra Mangia

Presentazione

Il laboratorio di Ricerca coniuga ricerca e diagnostica in Epatologia.
La possibilità di fare ricerca clinica su casistiche consistenti è una peculiarità del nostro IRCCS; pertanto, sin dall'inizio degli anni '90, abbiamo organizzato l'attività del laboratorio come supporto alla clinica. Il laboratorio è nato allo scopo di effettuare sia ricerca genetica che virologica applicata all'Epatologia. Negli anni '90, dopo averli direttamente testati negli Stati Uniti, abbiamo, fra i primi in Italia, validato i test per la quantizzazione degli acidi nucleici virali e i test per determinare il genotipo del virus dell'epatite C (HCV). Successivamente, abbiamo impiantato tecniche sperimentali come sequenziamento dei virus epatitici, sequenziamento e discriminazione allelica o dot-blot di alcune varianti genetiche del DNA dei soggetti che abbiano contratto infezioni epatiche.
Il laboratorio ha un ruolo di primo piano in Epatologia; pertanto l'organizzazione della nostra Unità Epatologica ruota intorno al laboratorio con due obiettivi: fornire ai pazienti quanto ci sia di più avanzato nella diagnostica epatologica e poter esprimere un nostro originale contributo sulle tematiche di maggiore attualità nel settore. Nel 2005, con il supporto del nostro laboratorio, abbiamo dimostrato la possibilità di effettuare un trattamento antivirale con interferone e ribavirina di durata più breve rispetto allo standard, ma con le stesse possibilità di successo. I risultati della nostra ricerca hanno portato al cambiamento delle linee guida sulla terapia dell'epatite C nel mondo.
Nel 2009, in collaborazione con i ricercatori della Duke University in North Carolina è stato caratterizzato un marcatore genetico della risposta al trattamento antivirale per l'epatite C. Tale ricerca ci ha permesso di mettere a disposizione, contemporaneamente per i pazienti italiani ed americani, lo studio delle varianti del gene dell'IL28B, oggi largamente utilizzato nella predizione della risposta alla terapia.
Come si evince da questa breve cronistoria, l'attività di ricerca dell'Epatologia ha due temi principali: l'individuazione dei fattori predittivi di risposta alla terapia antivirale delle epatiti e delle loro complicanze e lo studio della genetica del paziente epatopatico.


Numero telefonico di riferimento: 0882-416270
Contatto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica Giovedì, 21 Marzo 2013 09:02

epatologia 400

Bandi e selezioni

nuovo-css

webcamlive

 idem