Gastroenterologia

dna

Telefono: 0882 410263
  0882 410235
Fax:  0882 835411
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dirigente Medico Responsabile: Dott. Angelo Andriulli 

Presentazione

Dal 1991, anno in cui il nostro Ospedale è stato riconosciuto come IRCCS, alla Divisione di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, diretta dal Dr. Angelo Andriulli, è stata affidata la costituzione dell'Unità di Ricerca di Gastroenterologia.

In esso lavorano dirigenti medici, dirigenti biologi, tecnici di laboratorio biomedico, un biostatistico e una infermiera.
Le principali tematiche oggetto di ricerche traslazionali sono:

  1. Individuare i geni, i meccanismi molecolari e le reti di co-espressione mRNA-miRNA, coinvolti nella patogenesi ed espressione clinica delle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) che comprendono la malattia di Crohn (MC) e la rettocolite ulcerosa (RCU). Particolare attenzione è rivolta al trattamento di pazienti con MC o RCU corticodipendenti con eritrociti autologhi caricati con desametasone 21-Fosfato.
  2. esplorare i meccanismi molecolari correlati alle neoplasie gastrointestinali, quali cancro colo rettale (CRC) e pancreatico (CP), al fine di determinare gli eventi critici dell'inizio e della progressione tumorale. In particolare, siamo interessanti al ruolo fisiologico dei miRNA e del loro coinvolgimento nella tumorigenesi come possibili bio-marcatori diagnostici e come molecole target nella terapia biologica;
  3. chiarire i meccanismi molecolari e delle pathway biologiche alla base della cirrosi biliare primitiva (CBP) e dell'acalasia esofagea;
  4. esplorare i meccanismi coinvolti nei processi di infezione mediata da virus epatici (HBV, HDV e HCV) con l'obiettivo di indagare i fattori genetici predittivi di eradicazione virale (spontanea/farmaco indotta);
  5. Approfondire i meccanismi molecolari attraverso i quali MacroH2A "accende" o "spegne" i geni coinvolti nell'accumulo dei grassi e nella proliferazione cellulare nel fegato, al fine di identificare biomarcatori per il cancro al fegato.

I ricercatori fanno parte di diversi poli di ricerca italiani ed internazionali, tra i quali: il consorzio Pandora per lo studio del pancreas, il gruppo italiano per lo studio della Cirrosi Biliare Primitiva, gruppo internazionale per lo studio dell'acalasia, il network internazionale per lo studio dell'epatite Delta, il gruppo italiano (IG-IBD) e il consorzio internazionale per lo studio delle malattie infiammatorie croniche intestinali (IIBDGC).

Altro in questa categoria: Responsabile Laboratorio »

Ricercatori

gastroenterologia-400

Bandi e selezioni

nuovo-css

webcamlive

 idem