Il medico Elvira Grandone nel club delle Top Italian Women Scientist

Lunedì, 24 Febbraio 2020 14:32

Ricercatrice e medico specializzato in Ostetricia e Ginecologia, con un dottorato di ricerca in Medicina Interna, la dottoressa Grandone è stata inserita, dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna, nel club delle migliori scienziate italiane

Elvira Grandone, medico responsabile dell’Unità di Emostasi e Trombosi dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, è stata inserita nel club delle TIWS-Top Italian Women Scientist, la lista delle migliori scienziate italiane, redatta dall’Onda-Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.

 

Il gruppo riunisce le eccellenze femminili, donne che si contraddistinguono per un’alta produttività scientifica e che hanno dato un sostanziale contributo allo sviluppo in campo biomedico, nelle scienze cliniche e nelle neuroscienze.

 

ricerca

 

Sono state selezionate, si legge nella nota stampa dell’Osservatorio, “le ricercatrici recensite nella classifica dei Top Italian Scientists (TIS) di Via-Academy, censimento degli scienziati italiani di maggior impatto in tutto il mondo, misurato con il valore di H-Index, l’indicatore che racchiude sia la produttività sia l'impatto scientifico del ricercatore, nonché la sua continuità nel tempo e che si basa sul numero di citazioni per ogni pubblicazione. Per il Club sono state selezionate le ricercatrici con H-Index pari o superiore a 50”.

 

La premiazione si è svolta il 29 gennaio a Milano, a Palazzo Pirelli, nel corso di un incontro realizzato in collaborazione con la Regione Lombardia, per fare il punto sull’importanza della prevenzione oncologica, sul rapporto tra donne, tecnologie e ricerca e sulla divulgazione dei progressi della scienza.

 

«L’intento è quello di promuovere la ricerca 'rosa' tramite eventi scientifici, concorsi e bandi di ricerca e avvicinare le giovani a questa realtà – spiega Francesca Merzagora, presidente Fondazione Onda –.  Fare rete nel mondo della ricerca scientifica è uno dei nostri obiettivi, contribuendo al confronto tra professioniste che si contraddistinguono per un’alta produttività scientifica e soprattutto per un’alta capacità di fare opinione, nella prospettiva di nuove riflessioni ed azioni che possano avere effetti positivi per la salute della donna e di genere. Ecco perché risulta importante sensibilizzare l’opinione pubblica facendo emergere il ruolo e il valore della ricerca scientifica in campo medico».

 

logo TIWS onda

«Il Club è costituito da donne di ‘impatto’ nella biomedicina – dichiara Adriana Albini, membro del Comitato Scientifico Onda e direttore scientifico di Fondazione MultiMedica Onlus Milano –.  Non solo nel senso che il loro lavoro impatta sulla società e sui progressi della conoscenza, ma anche perché, attraverso la loro produzione scientifica letta e citata, si sono conquistate una posizione alta in questa specie di ‘hit parade’ nella scienza, chiamato ‘H-Index’. È la crescita di una rete di donne ricercatrici in campo biomedico, nata grazie a Onda nel 2016, che può diventare di riferimento ai giovani ricercatori e in progetti di comunicazione».

 

L’attività clinica e le pubblicazioni

 

Elvira Grandone è un medico specializzato in Ostetricia e Ginecologia, con un dottorato di ricerca in Medicina Interna. Da 26 anni lavora nell’Unità di Emostasi e Trombosi dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, che dirige da 13 anni, dove svolge attualmente attività di ricerca in numerosi campi.

 

Assieme al suo staff si occupa di:

 

  • malati rari, affetti da emofilia, carenze congenite di fattori, e suscettibilità congenita alla trombosi venosa
  • problemi della gravidanza, tra cui aborti, trombosi ed emorragie
  • pazienti anticoagulati per problemi trombotici, con particolare attenzione a coloro che sviluppano complicanze trombotiche o emorragiche

 

Gli articoli ad oggi pubblicati su PubMed, e che le hanno permesso di essere annoverata tra le  TIWS, sono 232. Questi hanno generato 8.030 citazioni con una media ad articolo di 24,63.

nuovo-css

webcamlive

 idem